Sfondo San Marco
 Codice Etico dei Mediatori


Chiunque sia chiamato a svolgere il ruolo di mediatore è tenuto all’osservanza delle seguenti norme di comportamento.

  1. Il mediatore deve essere formato adeguatamente e si impegna a mantenere ed aggiornare costantemente la propria preparazione, in particolare sulle tecniche di mediazione e composizione dei conflitti.

  2. Il mediatore deve rifiutare la nomina nel caso in cui non si ritenga qualificato.

  3. Il mediatore si obbliga a rispettare i principi previsti dal Regolamento dell’organismo di mediazione a cui è iscritto.

  4. Il mediatore deve sottoscrivere, prima dell’inizio di ciascun procedimento di mediazione e comunque prima dell’incontro con le parti, una dichiarazione di imparzialità, indipendenza e neutralità. Egli si impegna inoltre a comunicare qualsiasi circostanza che possa inficiare la propria indipendenza[i] e imparzialità[ii] o che possa ingenerare la sensazione di parzialità o mancanza di neutralità[iii]. Il mediatore deve sempre agire, e dare l’impressione di agire, in maniera completamente imparziale nei confronti delle parti e rimanere neutrale rispetto alla lite. Il mediatore ha il dovere di rifiutare la designazione e di interrompere l’espletamento delle proprie funzioni, qualora emergano elementi che gli impediscano di mantenere un atteggiamento imparziale e/o neutrale.

  5. Il mediatore deve assicurarsi che, prima dell’inizio dell’incontro di mediazione, le parti abbiano compreso ed espressamente accettato: a) le finalità e la natura del procedimento di mediazione; b) il ruolo del mediatore e delle parti; c) gli obblighi di riservatezza a carico del mediatore, delle parti e di tutti coloro che intervengono nel procedimento di mediazione;.

  6. Il mediatore verifica, nel caso in cui le parti non partecipino personalmente all’incontro, che i loro rappresentanti siano muniti dei necessari poteri,

  7. Il mediatore deve svolgere il proprio ruolo con la dovuta diligenza, indipendentemente dal valore e dalla tipologia della controversia, dal numero degli incontri e dal compenso.

  8. Il mediatore non deve esercitare alcuna pressione sulle parti.

  9. Qualora tutte le parti richiedano al mediatore di formulare una proposta di accordo, egli ha l’obbligo di verificare con estrema attenzione l’esistenza di elementi sufficienti alla definizione della stessa.

  10. Il mediatore deve mantenere riservata ogni informazione che emerga dalla mediazione o che sia ad essa correlata, incluso il fatto che la mediazione debba avvenire o sia avvenuta, salvo che non sia altrimenti previsto dalla legge o da motivi di ordine pubblico.

  11. Qualsiasi informazione fornita al mediatore da una delle parti non dovrà essere rivelata alle altre parti, senza il consenso della parte interessata salvo che non sia altrimenti previsto dalla legge o da motivi di ordine pubblico.

  12. Il mediatore non potrà svolgere in seguito, tra le stesse parti e in merito alla stessa controversia, funzioni di consulente, difensore o arbitro. Inoltre egli non potrà ricevere dalle parti alcun tipo di incarico professionale di qualunque natura per una durata di dodici mesi dalla conclusione della mediazione.

  13. È fatto divieto al mediatore di percepire compensi per la propria attività direttamente dalle parti.

 


[i] Indipendenza significa assenza di qualsiasi legame oggettivo (rapporti personali o professionali) tra il mediatore e parti, loro consulenti e loro parenti.

[ii] Imparzialità indica un’attitudine soggettiva del mediatore, il quale non deve favorire una

parte a discapito dell’altra.

[iii] Neutralità si riferisce alla posizione del mediatore, il quale non deve avere un diretto interesse all’esito del procedimento di mediazione.

Ultimo aggiornamento: 06/05/2016

IN EVIDENZA

Corsi ed Incontri
  1 Incontri e Corsi attivi. Leggi tutti
OTT
11
2019

L’Arbitrato. Indicazioni operative. Chioggia, 11.10.2019

Quando: venerdì 11 ottobre 2019
Dove: Chioggia, Opere Parrochiali - Via Celsi 20 - .
ISCRIVITI ONLINE
Iscrizioni dal 04/09/2019 al 09/10/2019
Notizie
 12 Notizie attive. Leggi tutto

Varie

Riconoscimento degli accordi internazionali di mediazione - Convenzione di Singapore

Riconoscimento degli accordi internazionali di mediazione - Convenzione di Singapore
Pubblicato il 07/08/2019

Varie

Articolo del dr. Michele Zuin, Assessore del Comune di Venezia

  Articolo del dr. Michele Zuin, Assessore del Comune di Venezia
Pubblicato il 31/07/2019

Varie

Cessione del credito e clausola compromissoria, articolo dell'avv. Vittorio Pisapia

Cessione del credito e clausola compromissoria, articolo dell'avv. Vittorio Pisapia
Pubblicato il 04/07/2019

Varie

Nuova sede operativa di Chioggia

Sede di Chioggia
Pubblicato il 11/04/2019

Varie

Commento dell'avv. Vittorio Pisapia all'Ordinanza della Cassazione Civile del 8.2.2019 n. 3795

Il perimetro della clausola arbitrale
Pubblicato il 20/03/2019

Varie

Arbitrato e impugnativa del lodo. L'intervento delle Sezioni Unite (del 12.2.2019 n. 4135).

Le Sezioni Unite sulla tutela dell'affidamento e l'interpretazione della legge.
Pubblicato il 25/02/2019

Varie

Sedi operative a Jesolo e San Donà di Piave

Sedi di Jesolo e San Donà di Piave
Pubblicato il 31/07/2018

Varie

Compensi degli Avvocati in Mediazione

Compensi degli avvocati.
Pubblicato il 12/06/2018

Varie

La Camera Arbitrale per il sociale: Le "nostre" iniziative

Eventi benefici 
Pubblicato il 01/03/2018

Varie

Sportello di arbitrato a Tirana

Protocollo d'Intesa con Camera di Commercio Italiana in Albania
Pubblicato il 21/02/2018

Varie

Articoli avv. Vittorio Pisapia in tema di arbitrato

Articoli dell'avv. Vittorio Pisapia, Arbitro della Camera Arbitrale di Venezia  
Pubblicato il 23/10/2017